In Molise 14 mesi per una Tac, che fa il commissario super stipendiato alla sanità Bonamico?

Crescono le segnalazioni, raccolte dal Tribunale per i diritti del malato e dalla stampa locale del Molise, relative a liste d’attesa lunghissime per esami diagnostici e visite specialistiche in alcuni casi anche salva-vita. Tra gli ultimi episodi emersi, i coincidenza con la notizia del monitoraggio Nas, Asrem e Regione Molise sui tempi di attesa, la denuncia di una donna bassomolisana in cura per un tumore costretta a rivolgersi a una struttura privata di Termoli (Campobasso) per eseguire una mammografia. Negli ospedali della regione, malgrado il codice prioritario, la mammografia alla quale si sarebbe dovuta sottoporre per monitorare la malattia dopo un ciclo di chemioterapia, sarebbe stata disponibile solo a novembre 2024, tra un anno e 2 mesi.Per Aldo Di Giacomo, presidente dell’Associazione Cultura e Solidarietà, “le irregolarità accertate dai Nas dimostrano che, nonostante il Piano Nazionale di Governo delle liste di attesa e i fondi stanziati ad hoc per ridurre le liste di attesa, come le azioni della Regione più volte annunciate, siamo molto lontani dall’aver migliorato la situazione. Alla carenza di personale e ai problemi di natura organizzativa si aggiungono condotte che vanno censurate e superate per ripristinare il diritto alla salute dei cittadini e garantire la sostenibilità del nostro Servizio Sanitario Regionale”.L’Associazione condivide e sostiene l’iniziativa di Cittadinanzattiva per la quale “le segnalazioni dei cittadini raccontano di attese fino a 2 anni per una mammografia di screening, o di 3 mesi per un intervento per tumore all’utero che andava effettuato entro un mese, 2 mesi per una visita specialistica ginecologica urgente da fissare entro 72 ore. Inoltre, i cittadini lamentano anche disfunzioni nei servizi di accesso e prenotazione, ad esempio determinati dal mancato rispetto dei codici di priorità, difficoltà a contattare il Cup, impossibilità a prenotare per liste d’attesa bloccate o sospese”. 

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: