La Democrazia Cristiana non si arrende e ricorre al Tar per l’esclusione della lista che candida Trenta alle elezioni regionali

La Democrazia Cristiana fa ricorso al TAR (Tribunale Amministrativo Regionale) contro l’esclusione della propria lista dalle elezioni regionali del 25 e 26 giugno prossimi in Molise, decisa dall’Ufficio Elettorale presso il Tribunale di Campobasso che ha respinto un primo ricorso del partito, procedendo giovedì scorso al sorteggio delle liste ammesse alla competizione elettorale, stabilendo che i candidati presidenti sono tre: Francesco Roberti per il centrodestra, Roberto Gravina per il centrosinistra e Emilio Izzo per “Io non voto i soliti noti”. La Democrazia Cristiana non si arrende e ha depositato per via telematica il ricorso al TAR contro il “verdetto” dell’Ufficio Elettorale, per veder riconosciuto il proprio diritto a partecipare alle elezioni regionali, candidando alla carica di presidente della Regione l’ex ministra Elisabetta Trenta. La discussione del ricorso al TAR è fissata per lunedì prossimo, 5 giugno, ore 14,30.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: